Principali Palazzi Storici di Bologna

hotel palazzi storici bologna HOTELMAGGIOREOggi ti proponiamo un veloce itinerario tra i principali palazzi storici di Bologna.

Palazzo D’Accursio – Tra i palazzi storici di Bologna
Situato in Piazza Maggiore e sede del Municipio di Bologna, Palazzo d’Accursio è il risultato della fusione di un insieme di edifici che sono stati aggregati nel corso dei secoli. La prima delle nostre tappe tra i palazzi storici di Bologna prende il nome dal celebre giurista e maestro del diritto Accursio, che ne fece la propria abitazione durante il XIII secolo.
Nella prima metà del Trecento, il palazzo comunale fu oggetto di un’ampia opera di ristrutturazione che previde l’aggiunta sulla torre di un orologio astronomico ornato da un carosello di automi. Durante il XVI secolo l’edificio fu inoltre dotato della doppia rampa di scale interne realizzate da Bramante, tra i massimi esponenti dell’arte rinascimentale.

Palazzo Re Enzo o Palatium Novum
Realizzato durante la prima metà del Duecento, il Palazzo Re Enzo figura tra i palazzi storici di Bologna che è possibile ammirare da Piazza Maggiore.
Inizialmente progettato al fine di ampliare i preesistenti edifici comunali e per questa ragione conosciuto anche come Palatium Novum, questo palazzo storico di Bologna è per lo più ricordato per le leggende che alleggiano attorno alla figura del re Enzo di Sardegna, di cui ne fu la dimora imposta durante la sua prigionia.
Dapprima prigioniero ad Anzola nell’Emilia, pare che il re trascorresse le notti in isolamento all’interno di una gabbia appesa al soffitto soggetto a continua sorveglianza. Diverse sono le storie che si raccontano sui suoi tentativi di fuga, tra cui, forse la più celebre, presumibilmente avvenuta in una cesta in legno adibita al trasporto di vino e fallita a causa di un’anziana signora che riconobbe la folta chioma bionda del re.

Palazzo Podestà
Tra i palazzi storici di Bologna che si ergono al centro della città figura anche Palazzo Podestà, situato affianco al Palazzo Comunale e alla Basilica di San Petronio. Costruito nel XIII secolo approssimativamente, il Palazzo Podestà era stato in origine adibito a sede del podestà e dei suoi funzionari, da cui prende il nome.
Il Palazzo Podestà, tra i più celebri palazzi storici di Bologna, costituisce un complesso architettonico attraversato da due strade sul cui incrocio è possibile ammirare la Torre dell’Arengo, la cui campana fungeva da richiamo per i cittadini in caso di eventi particolari. La Torre si erge sopra il Voltone del Podestà, noto come luogo anticamente destinato alle impiccagioni che risultavano visibili sin da Piazza Maggiore.
Tutt’oggi il Voltone desta la curiosità dei turisti per la particolarità acustica delle sue mura: parlando a bassa voce con il viso rivolto verso uno dei quattro angoli, chi si pone di fronte a uno degli angoli opposti può udire quanto detto dall’altra parte.

Palazzo Fava
Meglio noto come Palazzo Fava-Ghisilieri, questo palazzo storico di Bologna si trova in via Manzoni e ospita il Palazzo delle Esposizioni ed il suo celebre Caffè Letterario Carracci-Fava.
Sebbene sia di origine più antica, la famiglia Fava ne entra in possesso durante la metà del Cinquecento e, quasi vent’anni dopo, ingaggia i fratelli Carracci per ornare le sale del piano nobile con alcuni racconti tratti dall’Eneide ed un fregio dedicato al mito di Giasone.
Oltre alle sale dedicate ad importanti opere dei fratelli Carracci, il Palazzo delle Esposizioni presente in questo palazzo storico di Bologna contiene una serie di aree espositive in cui è possibile ammirare numerose opere di arte moderna e contemporanea.

Kid Pass
Hotel Maggiore è Bologna
Albergabici
DogTourist
Pet Friendly
Homo Mobilis by Repower

Hotel Maggiore Bologna

I nostri social

Bologna come a casa, il blog di Hotel Maggiore

Registrati

Accettazione privacy


Hotel Maggiore - Via Emilia Ponente 62/3 - 40133 - Bologna (BO) - Telefono: +39 051.381634 - WhatsApp: +39 393.9454725 - Partita IVA: 03493700375
Sito realizzato da edysma in conformità agli standards di accessibilità del W3C HTML5 e di Responsive Web Design (RWD)